Scommessa Multipla: vi spieghiamo perchè non è profittevole

L’errore più comune che uno scommettitore può fare è quello di giocare una scommessa multipla. E’ importante capire perchè questo non rappresenti il modo corretto di scommettere, e ve lo spieghiamo in modo matematico.

L’esempio del lancio della monetina

Lo ripetiamo ad ogni occasione, perchè è l’unico modo di far passare il concetto. Le multiple sono un modo non professionale di approcciare le scommesse, e salvo rarissimi casi un gioco assolutamente perdente nel lungo periodo.

Vi abbiamo spiegato che cos’è una quota e che cos’è l’allibramento, e se non lo avete ancora chiaro vi consigliamo di rileggere attentamente l’articolo perchè il motivo per cui una multipla è un gioco perdente sta lì.
Proviamo a riassumerlo con il solito esempio del lancio della monetina, un evento caratterizzato dal 50% di probabilità che esca testa o croce, e dalla conseguenza quota 2 se volessimo quotare tale evento.

A quota 2 il bookmaker non guadagnerebbe nè perderebbe niente nel lungo periodo. Per guadagnare dovrebbe offrire una quota minore di 2, per comodità diciamo una quota di 1.9.

Quota dell’evento “esce testa“: 1.9
Quota dell’evento “esce croce“: 1.9

Ora, analizziamo due differenti scenari per spiegare matematicamente perchè in multipla si perdono più soldi nel lungo periodo.

Scommessa su un evento singolo

Ogni volta che scommettiamo sull’uscita di testa o croce, in evento singolo, il bookmaker ci sta pagando 1,9 quando invece dovrebbe pagarci 2.
Ciò significa che nel lungo periodo se scommettiamo un euro sull’evento “testa“:

  • il 50% delle volte esce croce, e noi perdiamo il nostro euro
  • il 50% delle volte esce testa, e noi vinciamo 0,9 euro netti (quota 1,9)

Nel lungo periodo quindi, ogni volta che scommettiamo su questo evento stiamo perdendo il 5%. Infatti:

50% * (-1) + 50% * (0,9) = -0,5 + 0,45 = -0,05 = -5%

Scommessa multipla su due o più eventi

Ora, ipotizziamo di voler scommettere su un evento doppio, ad esempio: “esce testa per due lanci consecutivi”.
Il bookmaker ci offre una quota che sarà 1,9 * 1,9 = 3,61, ma noi sappiamo che siccome la probabilità che esca testa è del 50%, la quota reale per l’uscita di due teste consecutive dovrebbe essere 2 * 2 = 4.

Ciò significa che nel lungo periodo:

  • il 25% delle volte esce Croce e Croce, e noi perdiamo il nostro euro
  • il 25% delle volte esce Testa e Croce, e noi perdiamo il nostro euro
  • il 25% delle volte esce Croce e Testa, e noi perdiamo il nostro euro
  • il 25% delle volte esce Testa e Testa, e noi vinciamo 2,61 euro netti (quota 3,61)

Nel lungo periodo quindi perderemo:

25% * (-1) + 25% * (-1) + 25% * (-1) + 25% * (2,61) = – 0,0975 cioè –9,75%

Questa è la dimostrazione matematica che scommettere su una doppia ti fa perdere di più che scommettere in singola, nel nostro esempio del lancio della monetina.
Se ripetiamo i calcoli, considerando 3 o più eventi, l’atteso negativo sarà ancora maggiore, a dimostrazione del fatto che all’aumentare della lunghezza della multipla, aumenta il guadagno per il bookmaker. E noi non vogliamo che il bookmaker guadagni, perchè significherebbe che noi stiamo perdendo soldi!!!

Esiste una eccezione, ma attenzione!

Nell’ipotesi che noi siamo bravissimi a scegliere eventi che hanno una quota per valore (valuebet), scommettere in multipla aumenta il nostro ROI nel lungo periodo.
Tornando all’esempio precedente della monetina, scommettere per valore significa trovare un bookmaker che ti paga l’uscita dell’evento “testa” a quota 2,1 anzichè quota 1,9.
Se rifate i conti, mettendo questa quota, vi accorgerete che nel secondo caso il nostro atteso sarà più alto.

Attenzione però! Per sfruttare questo concetto, dovremmo essere bravi a scegliere solo partite per valore in una multipla, e anche un solo errore (cioè inserire una partita che non ha quota per valore) ti può portare ad attesi negativi.

C’è poi un altro concetto che non abbiamo considerato fino ad ora, che è la Varianza. All’aumentare degli eventi della multipla, aumenta anche la varianza, e quindi aumenta il numero di scommesse che dovremo fare per far sì che il nostro ROI reale tenda al ROI atteso per la legge dei grandi numeri.

Tutto questo per dire che non abbiamo di fatto mai un reale motivo di scommettere in multipla, se non per puro divertimento e intrattenimento, ma consci del fatto che nel lungo periodo stiamo perdendo soldi quasi sicuramente.

Per entrare in BetSchoolPro, la prima scuola di betting in Italia, puoi contattarci cliccando il banner qui sotto. Riceverai nuove strategie ogni mese, pronostici tutti i giorni e contenuti esclusivi di Mister Mendieta.

Ti potrebbe interessare

MendietaBet

MendietaBet: “usare le ValueBet in una multipla non è peccato!”

Chi ci segue da tempo sa che ripetiamo spesso come le multiple non rappresentano un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta aggiornato iscrivendoti alla nostra Newsletter!