Betting Exchange Strategia: Lay the favorite, scommettere contro la favorita

Nel precedente articolo vi abbiamo spiegato la regola madre del Betting Exchange. Oggi introduciamo una nuova strategia: Lay the favorite, banca la favorita (scommettere contro) che è un tipo di scommessa che ben si collega al trading per valore.

In questo caso se vince l’underdog o la partita finisce in pareggio la vostra scommessa è vincente, invece se dovesse vincere la squadra favorita, considerando la quota bassa, la vostra responsabilità sarà relativamente bassa.

Naturalmente, in genere, la frequenza delle sconfitte sono più alte delle bet vincenti ma questo non vuol dire nulla proprio perché quando perderete, la vostra perdita sarà contenuta (ma dovete scommettere sempre in bankroll).

Quando bisogna applicare la strategia Lay The Favorite?

La strategia Lay The Favorite si applica quando a vostro giudizio (o secondo parametri oggettivi che vi abbiamo spiegato) non c’è valore sulla quota della favorita. Non conviene quindi puntarla, semmai dovete ragionare come un bookmaker, armarvi di un pizzico di coraggio ed andare contro il mercato.

  • Ricordatevi sempre: bancate la favorita quando nella quota non c’è valore.

Il mercato: quando c’è valore sulle favorite, una ricerca su 19.640 match

leicester

Dovete essere bravi ad individuare valore nella singola partita. Abbiamo fatto una ricerca sulle quote di chiusura di Pinnacle. Abbiamo selezionato le ultime 4 stagioni di più di 30 campionati estivi ed invernali ed analizzato le partite che vedevano una chiara favorita giocare in casa con quota inferiore a 2.

Bene su 19640 partite, il ROI nel puntare sulla favorita era negativo: -0,49%. Calcolate che su un Exchange dovete applicare anche una commissione (che varia dal 2% al 5%) per bancare ed inoltre le quote sono più alte (meno convenienti da bancare).

  • Quindi, dovete essere molto selettivi per bancare la favorita.

Lay the favorite sui siti di scommesse

Su un normale bookmaker invece potete puntare sulla doppia chance X2 se la favorita gioca in casa. Ma state attenti perché su molti bookies, i mercati doppia chance applicano anche lavagne molto negative con aggi che possono raggiungere anche il 6%, 8%. Decisamente meglio gli exchange per questo tipo di strategia.

Favorite in trasferta: le statistiche

Abbiamo fatto una ricerca sulle favorite in trasferta. Scommettere sulle squadre favorite nei 30 principali campionati mondiali nelle ultime 4 stagioni, tenendo conto delle quote di chiusura del noto bookmaker, avrebbe comportato uno Yield negativo del 6,25% su quote inferiori a 1.50. Il campione è meno vasto: 1.335 partite. Il record delle partite indovinate è del 69%.

  • Dobbiamo sfruttare queste statistiche per ragionare al contrario, come un bookmaker. Tendenzialmente conviene bancare in trasferta la favorita.

Se avessimo applicato alla cieca la strategia lay the favorite avremmo indovinato circa il 31% dei match. In ogni caso in trasferta abbiamo dei margini di manovra migliori (ma ricordatevi sempre le quote alte da bancare e le commissioni).

Se alziamo la quota 2, lo Yield negativo nello scommettere a favore della favorita nei match esteri è pari al 2,95% calcolato su 4725 match, con una quota media dell’1.66.

  • In ogni caso, per il lay the favorite, bisogna essere selettivi e capire quando su una quota non c’è valore.

Strategia sul live: i punti di uscita

Per il momento abbiamo ragionato come scommettitori nell’ottica dei 90 minuti, per capire se il terreno è favorevole anche per il trading live. La strategia nel lay the favorite può essere funzionale soprattutto all’exchange con banca-punta.

Possiamo ad esempio bancare la favorita per poi scommettere a favore appena la quota si è alzata oppure chiudere il trade live sempre sullo 0-0, con un basso profitto o quando l’underdog passa in vantaggio. Ci sono molteplici modi per applicare questa strategia. Gli scommettitori proveranno a tirarsela fino al 90′, mentre i trader cercheranno dei punti di uscita profittevoli (ragionando però in ottica di lungo periodo).

Possibili punti di entrata

Lay the favorite può rappresentare un punto di entrata interessante in un trade quando sappiamo che la squadra favorita ha la tendenza a partire forte e la sua quota è schiacciata e NON HA VALORE, oppure ama gestire sempre il primo tempo per poi attaccare nel secondo tempo. E’ importante studiare anche le statistiche sui goal segnati e subiti dalle squadre, ad inizio o alla fine del primo tempo. Tutte le tendenze per poi costruirsi un piano (ed anche uno stop loss nel caso le cose dovessero mettersi male).

Ma sullo sviluppo della strategia nel live ne riparleremo nel prossimo articolo con l’analisi di Italia-Polonia di Nations League. Seguiteci!

Ti potrebbe interessare

Betting Exchange

Betting Exchange: Strategie Lay the Draw Primo Tempo (LTD1)

Nel precedente articolo vi abbiamo spiegato i principali difetti della famosa strategia di Betting Exchange …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta aggiornato iscrivendoti alla nostra Newsletter!