MendietaBet: “usare le ValueBet in una multipla non è peccato!”

Chi ci segue da tempo sa che ripetiamo spesso come le multiple non rappresentano un modo professionale di affrontare le scommesse a causa della lavagna di allibramento dei bookmakers. Matematicamente ve lo abbiamo spiegato nell’articolo sulle Odds in cui abbiamo anche brevemente accennato ad una eccezione: le Value Bet! In questo articolo cerchiamo di spiegarvi meglio questo concetto.

MendietaBet

MendietaBet: un esempio nel derby romano

Il nostro Mendieta ha da qualche settimana aggiornato il suo algoritmo di analisi delle partite, e in molti ci han contattato privatamente chiedendoci qualche chiarimento riguardo a come utilizzare le sue ValueBet, se in singola o multipla. Ci perdonerà chi ha già capito alcuni concetti, ma riteniamo sia il caso di sottolinearli una volta di più vista la loro importanza.

Partiamo dalla partita di ieri sera, il derby tra Lazio e Roma e in particolare la quota della vittoria della Lazio offerta a 3. Secondo l’algoritmo di MendietaBet la quota corretta sarebbe dovuta essere 2.9, o detto in altri termini la probabilità reale della vittoria della Lazio era: 1/2.9 = 34.5%.

Ciò significa che, scommettendo 10 euro, nel lungo periodo (per comodità diciamo 100 volte che ci troviamo in questa situazione) avremo questi scenari:

  • 34.5 volte vinciamo 30 euro (cioè 10 euro scommessi a quota 3), o meglio guadagniamo 20 euro netti. Quindi in tototale guadagniamo: 34.5 * 20 = 690€
  • 65.5 volte perdiamo la nostra scommessa e quindi i nostri 10 euro. Quindi in totale perdiamo: 10 * 65.5 = 655.5€
  • Complessivamente, dopo queste 100 scommesse, ci ritroveremo con un guadagno netto di 690 – 655.5 = 34.5€. O detto in altri termini, è come se ogni volta che scommettiamo su una valuebet come questa stiamo nel lungo periodo guadagnando 34.5 / 100 = 0.345€ a fronte di una scommessa di 10 euro, quindi un ROI del 3,45%.

Questa è la spiegazione più lunga, per spiegarvi bene da dove esce il nostro guadagno. Ma c’è anche un calcolo più rapido che possiamo fare per ottenere lo stesso risultato:

  • Quota offerta era 3, quota reale 2.9, il valore era dato da (3-2.9) = 0.1
  • e il nosto ROI può essere calcolato come: 0.1 / 2.9 = 3,45%

Chi ha seguito l’analisi di MendietaBet nel canale privato di ieri e ha scommesso sulla Lazio i suoi 10 euro, si ritroverà in realtà in tasca 20 euro in più avendo vinto la scommessa! Ma attenzione: di fatto “siete stati fortunati” per i motivi appena spiegati, e cioè che comunque questa scommessa la vinceremo il 34,5% delle volte, quindi 2 volte su 3 la perderemo! La cosa che ci interessa è che, essendo una ValueBet, nel lungo periodo ci fa guadagnare e accrescere il nostro bankroll.

Perchè una multipla di ValueBet è profittevole

Per capire questo concetto è necessario, come al solito, affidarci alla matematica e in particolare all’algebra, e nel nostro caso specifico al prodotto tra due binomi somma:

(A+B) * (C +D ) = A*C + A*D + B*C + B*D

dove con l’asterisco * stiamo ad indicare il prodotto.

Quando scommettiamo una multipla di due partite o eventi, matematicamente stiamo di fatto facendo esattamente questo, (A+B) rappresenta la quota offerta da un bookmaker per l’evento1, mentre (C+D) la quota del secondo evento della nostra multipla di 2 partite. Nella formula precedente, abbiamo che:

  • A è la quota reale (cioè corretta) dell’evento1
  • C è la quota reale (cioè corretta) dell’evento2
  • B e D potete vederli come dei “modificatori” che fanno tutta la differenza tra il perdere soldi o il guadagnare soldi.

Riprendendo l’esempio del derby romano, abbiamo che:

  • A = 2.9 (la quota corretta)
  • B = +0.1

infatti il bookmaker ci stava offrendo quota A+B = 2.9+0.1 = 3. Possiamo quindi dire che nel caso di ValueBet, B ha valore positivo.

Quando invece la quota offerta dal bookmaker è “corretta”, stiamo dicendo che B=0. Se il bookmaker ci avesse offerto quota 2.9, scommettendoci nel lungo periodo ci saremmo aspettati di non guadagnare nè perdere niente.

Quando la quota è invece sbagliata in favore del bookmaker, B ha valore negativo e rappresenta di fatto la lavagna di allibramento applicata.
Se ad esempio un sito di scommesse ci avesse offerto la vittoria della Lazio a 2.8, siccome abbiamo detto che la quota corretta è 2.9, avremmo avuto che B= -0.1, appunto un valore negativo. Uno scommettitore che avesse scommesso la vittoria della Lazio a 2.8 ieri sera sarebbe andato a letto contento, perchè avrebbe vinto la sua scommessa. Ma in realtà, nel lungo periodo, avendo lui scommesso ad una quota inferiore a quella corretta, perderà soldi! La differenza tra uno scommettitore vincente e uno perdente sta tutta qua.

Tutto questo ragionamento per dire che una multipla composta solo da ValueBet ci permette di avere una quota ancora più favorevole, perchè nella formula sopra citata B e D sono entrambi valori positivi, e quindi il loro effetto è positivo sul “valore” della nostra scommessa.

E’ quindi possibile utilizzare le analisi di MendietaBet e relative Valuebet per creare multiple, purchè siate consapevoli che la varianza aumenterà!

Attenzione alla varianza e alla gestione del bankroll

Molti scommettitori ci contattano dicendoci che preferiscono non scommettere sulle singole, perchè scommettendo loro importi piccoli anche il guadagno è relativamente piccolo, e quindi preferirebbero scommettere in multipla.

La multipla ha l’innegabile fascino dell’avere un moltiplicatore più alto, e quindi la percezione di avere la possibilità di guadagnare molto di più. Ma come è ovvio che sia, è anche molto più alta la probabilità di perdere la scommessa! Quante volte vi siete lamentati dicendo: “mi è saltata multipla di 10 partite per colpa solo di una!”.

Anche questo aspetto può essere spiegato matematicamente, ma servirebbero competenze matematiche e statistiche più avanzate. Il succo del discorso può essere riassunto così: più è alto il moltiplicatore di una scommessa, e più è alta la varianza! Cioè più scommesse dovremo fare, per avvicinarci al lungo periodo, e guadagnare (o perdere!) quello che davvero meritiamo, senza che le nostre vincite (o perdite!) siano frutto di fortuna o sfortuna!

Ricordate che l’unico strumento che abbiamo per combattere la varianza, è lo scommettere in bankroll. Quindi, se per scommesse su eventi singoli suggeriamo sempre di non scommettere più del 1% del proprio bankroll, lo stesso non vale per una multipla. Avendo moltiplicatore più alto, e più varianza, dobbiamo tutelarci diminuendo ulteriormente l’importo scommesso!

Il nostro Mendieta, ogni giorno, come suo solito, analizza e pubblica le sue ValueBet estrapolate dall’algoritmo MendietaBet sia nel canale gratuito di TotalScommesse che in quello privato di BetSchoolPro. Vi ricordiamo inoltre che è possibile provare gratuitamente il canale privato per 3 giorni, se già non avete usufruito in passato di questa possibilità. Per maggiori informazioni potete contattarci tramite il nostro supporto in chat.

Ti potrebbe interessare

Value Bet

MendietaBet: l’algoritmo che trova Value Bet ogni giorno!

Riteniamo opportuno tornare su un concetto fondamentale per chi scommette sia per passione che per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta aggiornato iscrivendoti alla nostra Newsletter!